lunedì 27 dicembre 2010

Del pedalare, la neve, le buche e il freddo...


Il tanto atteso sole finalmente è arrivato come le previsioni da una settimana a quest parte avevano annunciato, certo, solo non vuol dire caldo, la temperatura era tra 0 e -3 gradi, decisamente al limite, meno male che l'abbigliamento tecnico ha abbastanza tenuto, con la sola eccezione dei guanti, che invece hanno dato pessimi risultati (un paio di volte un principio di congelamento alle dita) quindi meglio tornare ai buoni vecchi gore in wind stopper, decisamente più affidabil.

Ho preso la mountain bike, perché con le buche, le strade ghiacciate, non mi pare il caso di muovere la cervelo, come percorso ho fatto da Gussago a Iseo, da lì salita verso polaveno, discesa, risalita fino a Brione e poi discesa di nuovo a Gussago, totale poco meno di 50km e dislivello attorno ai 700 metri, ovviamente andando in mountain bike, il freddo e la stagione non ho quasi mai forzato, infatti sono salito a Polaveno nello scandaloso tempo di 35 minuti, tempo che non avrei mai creduto di poter fare neanche senza una gamba....

Pedalare in salita con le strade bianche però è davvero affascinante, il panorama ripaga ampiamente il freddo patito, domani se riesco si replica, magari su strade più pianeggianti

5 commenti:

  1. buche a parte come sono le salite/discese di brione/polaveno, sono ancora piene di sale o la pioggia di questi giorni le ha ripulite?
    Dalla fotografia c'è ancora della neve

    RispondiElimina
  2. Da Iseo verso polaveno è abbastanza pulita, solo un tratto al km6 ci sono una ventina di metri di ghiaccio.

    Verso Brione la situazione è un po' più brutta, in paese a brione c'era moltissimo ghiaccio, tutta la strada da san giovanni di polaveno a brione era completamente bianca, e la discesa verso gussago, per i primi 2 km era spesso ghiacciata.
    Sale ho visto che stamattina ne stavano buttando di nuovo in paese a Brione, viste le condizioni delle strade.

    Comunque buche sulle salite ne ho trovate poche o nessuna, solo giù in pianura.

    RispondiElimina
  3. lorenzo palmiro masciarelli27 dicembre 2010 17:02

    il tratto tra san giovanni e brione è sempre all'ombra e meno trafficato quindi mi sa che fino ad aprile lo eviterò! :)

    RispondiElimina
  4. Oh ma quanti ex ciclisti famosi che scrivono oggi qui sopra :)

    RispondiElimina
  5. olimpico vianelli27 dicembre 2010 17:09

    un saluto dal migliore!

    RispondiElimina